Coronavirus: DPCM e Ordinanze Regionali

Coronavirus: DPCM e Ordinanze Regionali
05/02/2021 Giovanna Zago

Coronavirus, aggiornamenti normativi

Raccolta delle principali indicazioni dei Dpcm e ordinanze della Regione Veneto adottate allo scopo di contrastare e di contenere il diffondersi del virus COVID-19.

 

Ultimo aggiornamento 04.03.2021

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo DPCM che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da COVID-19.

Il DPCM sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.

ZONE BIANCHE
Nelle zone bianche, si prevede la cessazione delle misure restrittive previste per la zona gialla, pur continuando ad applicarsi le misure anti-contagio generali (come, per esempio, l’obbligo di indossare la mascherina e quello di mantenere le distanze interpersonali) e i protocolli di settore.

Restano sospesi gli eventi che comportano assembramenti (fiere, congressi, discoteche e pubblico negli stadi).

ATTIVITÀ COMMERCIALI
In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18 per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto.

SERVIZI ALLA PERSONA
Nelle zone rosse, saranno chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici.

MUSEI, TEATRI, CINEMA E IMPIANTI SPORTIVI
Nelle zone gialle si conferma la possibilità per i musei di aprire nei giorni infrasettimanali, garantendo un afflusso controllato. Dal 27 marzo, sempre nelle zone gialle, è prevista l’apertura anche il sabato e nei giorni festivi.

Dal 27 marzo, nelle zone gialle si prevede la possibilità di riaprire teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala.

 

Per gli spostamenti fuori orario (dalle 22.00 alle 5.00) e per i viaggi fuori regione va compilata sempre l’autocertificazione.

SCARICA QUI L’AUTOCERTIFICAZIONE.

***

Nota bene: È fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali, di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale, e di impedire l’ingresso di ulteriori clienti qualora questo fosse raggiunta la massima capienza. Non vi è tale obbligo laddove in un locale si abbia accesso esclusivamente previo appuntamento.

SCARICA IL CARTELLO

***

Per approfondimenti visita le pagine dedicate al COVID-19 sul sito del Governo.

http://www.governo.it/it/coronavirus

***

Sicurezza sul lavoro

Protocolli da seguire per le contrastare la diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro. Scarica il protocollo.

Leggi l’articolo.

***

Provvedimenti precedenti:

 

REGIONE VENETO

Dal giorno  8 marzo il Veneto è ZONA ARANCIONE.
Accedi al link dedicato alle FAQ sulla pagina ufficiale del Governo per vedere tutte le attività possibili per zona: https://bit.ly/3v4qwMn

Regione Veneto ordinanza  n. 11 del 9 febbraio 2021
Misure relative agli esercizi di ristorazione

E’ consentita, dalle ore 15.00 e fino alle 18.00, l’attività di somministrazione di alimenti e bevande esclusivamente conconsumazione da seduti sia all’interno che all’esterno dei locali.

La mascherina va costantemente utilizzata a copertura di naso e bocca sia in piedi che seduti nonché negli spostamenti nel locale e nello spazio esterno, salvo che per il tempo necessario per la consumazione di cibo e bevande.

I servizi di ristorazione devono esporre all’ingresso un cartello indicando il numero massimo di persone ammesse nellocale

È vietata la consumazione di alimenti e bevande per asporto nelle vicinanze dell’esercizio di somministrazione.

***

Segnaliamo link di interesse per gli aggiornamenti Covid pubblicati dalla Regione Veneto:

https://www.regione.veneto.it/web/guest/emergenza-coronavirus