Proroga ristrutturazione edilizia e interventi di risparmio energetico

Proroga ristrutturazione edilizia e interventi di risparmio energetico
13 Gennaio 2020 Giovanna Zago

Ristrutturazione edilizia e interventi di risparmio energetico

Aggiornamento Legge di Bilancio 2020

PROROGA DETRAZIONE RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Viene confermata la proroga al 31.12.2020 del termine entro il quale devono essere sostenute le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica di cui all’art. 1, commi da 344 a 347, Finanziaria 2007 per poter fruire della detrazione del 65% – 50%.

Il riconoscimento della detrazione per le spese sostenute nel 2020 è prorogato per gli interventi di acquisto e posa in opera di:

  • schermature solari;
  • micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti;
  • impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Gli interventi di riqualificazione energetica sulle parti comuni condominiali, nonché per quelli finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, sono detraibili per le spese sostenute fino al 31.12.2021.

PROROGA DETRAZIONE RECUPERO EDILIZIO

Viene confermata la proroga al 31.12.2020 del termine entro il quale devono essere sostenute le spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio per poter fruire della detrazione del 50%, sull’importo massimo di € 96.000, di cui all’art. 16-bis, TUIR.

Anche in questo caso gli interventi di adozione di misure antisismiche su edifici ubicati nelle zone a rischio sismico 1, 2 e 3, compresi quelli di demolizione e ricostruzione di interi edifici con riduzione del rischio sismico effettuati dall’impresa che li cede entro 18 mesi dalla fine dei lavori, prevede già il riconoscimento della relativa detrazione (c.d. “sisma bonus”) per le spese sostenute fino al 31.12.2021.

PROROGA DETRAZIONE “BONUS MOBILI”

Viene confermato anche per il 2020 il “bonus mobili”. Ricordiamo che la detrazione IRPEF del 50% sulla spesa massima di € 10.000 può essere fruita da parte dei soggetti che nel 2020 sostengono spese per l’acquisto di mobili e/o grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dall’1.1.2019.

PROROGA BONUS VERDE

Prorogato di un anno, tutto il 2020, il BONUS VERDE: detrazione prevista per le spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, nonché per realizzare coperture a verde e giardini pensili.

Il valore della detrazione rimane confermata nella misura del 36% delle spese sostenute in 10 quote annuale, fino a un massimo di 5.000 euro di spesa per unità immobiliare ad uso abitativo.

La detrazione spetta anche per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali. Il Bonus verde è del tutto slegato dagli interventi che danno diritto al bonus ristrutturazione.

BONUS FACCIATE

Nuova detrazione per  le spese sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) o B (totalmente o parzialmente edificate). La detrazione è pari al 90% e viene ripartita in 10 quote annuali.

Nell’ipotesi in cui i lavori di rifacimento della facciata, ove non siano di sola pulitura o tinteggiatura esterna, riguardino interventi influenti dal punto di vista termico o interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, gli interventi devono soddisfare i requisiti tecnici fissati dal D.M. 26/05/2015 del Ministro dello Sviluppo Economico  tabella 2  e dell’allegato B al D.M. 11/03/2018/.

“SCONTO IN FATTURA” EFFICIENZA ENERGETICA / SISMA BONUS

Dall’1.1.2020 il c.d. “sconto in fattura” resta nell’ambito degli interventi di riqualificazione energetica che possono fruire dell’Ecobonus:

  • interventi di ristrutturazione importante di primo livello di cui al D.M. 26/06/2015.
  • sono interventi eseguiti sulle parti comuni degli edifici condominiali ma per lavoro di importo almeno pari o superiore a € 200.000,00.

Per ristrutturazioni importanti di primo livello si intende l’intervento che “oltre a interessare l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 50 per cento della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, comprende anche la ristrutturazione dell’impianto termico per il servizio di climatizzazione invernale e/o estiva asservito all’intero edificio”.

Per ricevere ulteriori informazioni puoi rivolgerti alla referente di Cna Asolo Emanuela Bittante, Enrico Baldassa o Rita Furlanetto.