Normative in merito all’emergenza “Coronavirus” di interesse per le imprese.

Normative in merito all’emergenza “Coronavirus” di interesse per le imprese.
31 Marzo 2020 Giovanna Zago

DECRETO LEGGE 17 marzo 2020, n. 18

Le misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

É stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge che disciplina le misure fiscali di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Proponiamo un quadro riassuntivo delle novità introdotte dal decreto:

VERSIONE PDF “CURA ITALIA”: I PUNTI PRINCIPALI

Presentiamo a titoli le novità contenute nel pdf.

1. PROROGA GENERALIZZATA DEI TERMINI DI VERSAMENTO DI IMPOSTE E CONTRIBUTI DAL 16 MARZO AL 20 MARZO 2020

2. SOSPENSIONE DEI TERMINI DI VERSAMENTO PER DETERMINATE CATEGORIE DI SOGGETTI
La misura della sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, già prevista per le imprese turistico recettive, le agenzie di viaggio e turismo ed i tour operator (per effetto del DL 9/2020), riguarda ora le altre categorie di soggetti/settori economici come ad esempio: le associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, soggetti che gestiscono teatri, sale da concerto, sale cinematografiche, soggetti che gestiscono ricevitorie del lotto, lotterie, scommesse, soggetti che organizzano corsi, fiere ed eventi, chi gestisce attività di ristorazione, gelaterie, pasticcerie, bar e pub, musei, biblioteche, luoghi e monumenti storici, asili nido e servizi di assistenza diurna per minori disabili..

Tutte le categorie sono esposte sul pdf “CURA ITALIA”.

3. SOSPENSIONE DEI TERMINI DI VERSAMENTO PER I CONTRIBUENTI DI SETTORI DIVERSI DA QUELLI DEL PUNTO 2 PERO’ CON RICAVI E COMPENSI NON SUPERIORI A 2.000.000,00 DI EURO.

4. SOSPENSIONE DEGLI ADEMPIMENTI TRIBUTARI
Gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale (ad esempio: la dichiarazione IVA annuale).  Dovranno essere effettuati entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni.  Non rientra nella sospensione l’invio e la consegna ai dipendenti delle Certificazioni Uniche (CU) la cui scadenza resta quella del 31 marzo 2020 e neppure il termine per l’invio delle fatture elettroniche (12 giorni) o dei corrispettivi di febbraio (per coloro i quali non hanno ancora attivato il misuratore telematico).

 

5. RITENUTE D’ACCONTO PER LAVORO AUTONOMO E PER PROVVIGIONI
I ricavi e i compensi percepiti nel periodo compreso tra la data di entrata in vigore del presente decreto-legge e fino al 31 marzo 2020 non sono soggetti alle ritenute d’acconto sui redditi di lavoro autonomo e sulle provvigioni, da parte del sostituto d’imposta.

6. SOSTEGNO AI LAVORATORI E AI DATORI DI LAVORO, PER LA CONSERVAZIONE DEL POSTO DI LAVORO
La cassa integrazione in deroga viene estesa all’intero territorio nazionale, a tutti i dipendenti, di tutti i settori produttivi, comprese le aziende con meno di 5 dipendenti.

7. INDENNIZZO  ARTIGIANI, COMMERCIANTI, LIBERI PROFESSIONISTI NON ISCRITTI AGLI ORDINI, COLTIVATORI DIRETTI
E’ riconosciuto un indennizzo di 600 euro, su base mensile, non tassabile, per i lavoratori autonomi e le partite IVA. L’indennizzo spetta a professionisti non iscritti agli ordini, ai co.co.co. (collaboratori coordinati e continuativi) iscritti alla gestione separata, agli artigiani, ai commercianti, ai coltivatori diretti. Per il momento, tale indennizzo vale solo per il mese di marzo ma potrà essere oggetto di proroga. Al momento attuale non è dato conoscere quale sia la procedura e la scadenza della richiesta all’INPS.

8. SOSTEGNO AI GENITORI LAVORATORI

9. SOSTEGNO ALLA LIQUIDITÀ DELLE FAMIGLIE E DELLE IMPRESE. L’articolo 56 del D.L. “Cura Italia” prevede una moratoria per le micro (le cc.dd. partite IVA), piccole e medie
imprese (PMI), i professionisti e le ditte individuali, i quali beneficiano complessivamente di una moratoria su un volume complessivo di prestiti stimato in circa 220 miliardi di euro. Vengono congelate fino al 30 settembre linee di credito in conto corrente, finanziamenti per anticipi su titoli di credito, scadenze di prestiti a breve e rate di prestiti e canoni in scadenza.
Leggi il dettaglio le disposizioni.

10. PREMI AI LAVORATORI CHE CONTINUANO LA PRESTAZIONE LAVORATIVA SUL LUOGO DI LAVORO

11. INCENTIVI E CONTRIBUTI PER LA SANIFICAZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO
Per le imprese vengono introdotti incentivi per gli interventi di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro e di aumento della sicurezza sul lavoro, attraverso la concessione di un credito d’ imposta del 50% delle relative spese fino ad un massimo di Euro 20.000,00.

12. DEDUCIBILITA’ DELLE DONAZIONI
Le erogazioni liberali in denaro volte a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza Coronavirus sono detraibili dal reddito delle persone fisiche al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

13. CREDITO D’IMPOSTA DEL 60% SUI CANONI DI LOCAZIONE DI NEGOZI
A negozi e botteghe viene riconosciuto un credito d’imposta pari al 60% del canone di locazione del mese di marzo 2020.

14. PROROGA AL 31 AGOSTO 2020 DELLA VALIDITÀ DEI DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO

15. DIFFERIMENTO DEI TERMINI PER LE ASSEMBLEE DI SRL E COOPERATIVE

16. PROROGA AL 30 GIUGNO 2020 DEGLI ADEMPIMENTI RELATIVI AI RIFIUTI
17. SOSPENSIONE DEI LICENZIAMENTI PER 60 GIORNI

18. DIFFERIMENTO TERMINI DI PAGAMENTO PER CARTELLE, AVVISI DI ACCERTAMENTO, AVVISI DI ADDEBITO E ROTTAMAZIONE.

19. SOSPENSIONE TERMINI PER LA REVISIONE DEGLI AUTOVEICOLI

20. DIFFERIMENTO TERMINI DI PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI PER LE COLF AL 10/06/2020

 

Di seguito il link della G.U. con l’intero decreto:  (GU Serie Generale n.70 del 17-03-2020).