Misure urgenti per il credito e altre disposizioni fiscali.

Misure urgenti per il credito e altre disposizioni fiscali.
10 Aprile 2020 Giovanna Zago

DECRETO LEGGE 8 aprile 2020, n. 23

Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, interventi in materia di salute e lavoro, proroga termini amministrativi e processuali.

Sono entrate in vigore il 9 aprile 2020, a seguito della pubblicazione del D.L. 23/2020, le misure urgenti in materia di accesso al credito e rinvio di adempimenti per le imprese.

Il decreto interviene in sostegno alle imprese in difficoltà con misure specifiche su sei principali ambiti:

• Misure di accesso al credito per le imprese;
• Misure urgenti per garantire la continuità delle imprese colpite dall’emergenza Covid-19;
• Disposizioni urgenti in materia di esercizio dei poteri speciali nei settori di rilevanza strategica;
• Misure fiscali e contabili;
• Disposizioni in materia di termini processuali e procedimentali;
• Disposizioni in materia di salute e di lavoro.

Di seguito approfondiamo alcune delle misure di maggior interesse.

SOSTEGNO ALLA LIQUIDITÀ DELLE IMPRESE

Vengono previste ulteriori disposizioni finalizzate a facilitare l’accesso al credito e sostenere la liquidità delle imprese, in particolare per le PMI sotto il profilo dei tempi e dei costi di istruttoria.

  1. CONCESSIONE di generiche garanzie Statali a copertura dei finanziamenti richiesti dalle imprese, con percentuali variabili in ragione del numero di dipendenti e del volume di fatturato. Possono accedere alle generiche garanzie statali tutte le imprese di qualsiasi dimensione con sede in Italia.
  2. POTENZIAMENTO fondo di garanzia per PMI al fine di concedere prestiti fino a 25.000 euro senza valutazioni di merito creditizio e abolendo i tempi di istruttoria. I beneficiari del fondo di garanzia PMI sono le micro, piccole e medie imprese operanti in Italia ovvero con meno di 250 dipendenti, con fatturato annuo inferiore ai 50 milioni di euro oppure totale di bilancio inferiore ai 43 milioni di euro. Sono compresi ovviamente anche imprenditori individuali e professionisti. Infine, anche le aziende con meno di 499 dipendenti possono accedere al fondo PMI, seppur con benefici ridotti.

SOSPENSIONE VERSAMENTI

Anche per i mesi di aprile e maggio è stata prevista una sospensione dei versamenti di ritenute, IVA, contributi previdenziali e assistenziali e premi di assicurazione obbligatoria.

La sospensione non è automatica e deve essere verificata mese per mese, in particolare:

  1. per sospendere i versamenti di aprile l’impresa dovrà dimostrare un calo del fatturato di marzo 2020 rispetto a marzo 2019 superiore al 33%;
  2. per sospendere i versamenti di maggio l’impresa dovrà dimostrare un calo del fatturato di aprile 2020 rispetto ad aprile 2019 superiore al 33%

Possono beneficiare tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Italia. I versamenti vanno effettuati a giugno, con possibilità di pagare in 5 rate.

CREDITO D’IMPOSTA DISPOSITIVI/SANIFICAZIONE AMBIENTI DI LAVORO

Il credito d’imposta del 50% delle spese sostenute nel 2020 per gli interventi di sanificazione degli ambienti di lavoro viene esteso anche all’acquisto di dispositivi di protezione individuali e altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori. Rientrano in questa categoria, ad esempio:

  1. mascherine
  2. guanti
  3. occhiali e visiere protettive
  4. barriere protettive
  5. pannelli protettivi
  6. detergente per mani

***

Link del Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale:  (GU n.94 del 08/04/2020).