Manovra economica 2020

Manovra economica 2020
17 Gennaio 2020 Giovanna Zago

Manovra economica, le principali novità della Legge di Bilancio 2020.

Riferimenti: Legge di Bilancio n.160 del 27/12/2019 e Collegato fiscale D.L. n.124 del 26/10/2019.

Presentiamo alcuni articoli di interesse per le imprese e cittadini in merito alle nuove disposizioni della Legge di Bilancio e Collegato Fiscale.

Per qualsiasi ulteriore informazione sono a disposizione i referenti fiscali di Cna Asolo, tel. 0423 55152 asolo@cna.it.

***

• MISURE PER LA RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE

Sterilizzazione clausole di salvaguardia IVA. Per l’anno 2020 le aliquote IVA rimangono invariate: 4% e 10% agevolata, 22% ordinaria.

Deducibilità IMU. Già dall’anno 2019 la deducibilità dal reddito d’impresa dell’IMU per gli immobili strumentali è del 50%.

Riduzione aliquota cedolare secca contratti a canone concordato. Per i contratti di locazione ad uso abitativo locati a canone concordato è resa permanente la riduzione dell’aliquota al 10%. I contratti a canone concordato  possono essere stipulati: nei comuni con carenze di disponibilità abitative, nei comuni ad alta tensione abitativa individuati dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) o stipulati per soddisfare le esigenze abitative di studenti universitari, sulla base di apposite convenzioni nazionali.

L’aliquota agevolata si applica anche ai contratti  di locazione stupulati nei comuni per i quali sia stato deliberato lo stato di emergenza a seguito di eventi calamitosi nei 5 anni ancetecedenti il 28/05/2014.

• MISURE PER LA CRESCITA

Si veda il link , con lo speciale dedicato ai temi legati all’edilizia: proroga detrazioni per le spese di riqualificazione energetica e di ristrutturazione edilizia. Sconto in fattura. Bonus Facciate.

Incentivi fiscali all’acquisizione di beni strumentali. In luogo della proroga del maxi / iper ammortamento viene introdotto un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nell’anno 2020. Si veda il link con l’informativa completa.

Misure premiali per l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici. È confermato il riconoscimento di un rimborso in denaro, al fine di incentivare l’utilizzo di pagamenti elettronici, a favore delle persone fisiche “private” maggiorenni residenti in Italia che effettuano “abitualmente” acquisti di beni / servizi con strumenti di pagamento elettronici. A riguardo si attende l’emanazione delle disposizioni attuative di tale previsione.

• DISPOSIZIONI FISCALI PER LE “PARTITE IVA”

Estromissione beni immobili imprese individuali. L’agevolazione è riconosciuta agli immobili strumentali per natura ex art. 43, comma 2, TUIR, posseduti al 31.10.2019; riguarda le estromissioni poste in essere dall’1.1 al 31.5.2020; richiede il versamento dell’imposta sostitutiva dell’8%:
– nella misura del 60% entro il 30.11.2020;
– il rimanente 40% entro il 30.6.2021.
L’imposta sostitutiva va calcolata sulla differenza tra il valore normale dell’immobile e il relativo costo fiscalmente riconosciuto.

Regime forfetario. Vengono apportate modifiche al regime forfetario a partire da gennaio 2020.
– Limite di ricavi / compensi dell’anno precedente pari a € 65.000;
– Limite di € 20.00 per le spese per lavoro.
Sono confermate le incompatibilità introdotte dalla Finanziaria 2019 per i collaboratori familiari, per i soci di società di persone e di srl, nonché per i soggetti che operano prevalentemente nei confronti di committenti ex datori di lavoro nel biennio precedente.
È nuovamente operante l’esclusione dal regime forfetario per i soggetti che possiedono redditi da lavoro dipendente/assimilati eccedenti € 30.000.

Esterometro, nuova periodicità trimestrale. A partire da gennaio 2020 la trasmissione telematica della comunicazione delle operazioni transfrontaliere va effettuata trimestralmente entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento.

Per i professionisti che effettuano prestazioni sanitarie viene confermato il divieto di emissione tramite fatturazione elettronica per l’anno 2020 in relazione alle prestazioni effettuate nei confronti delle persone fisiche. Dal 1° luglio 2020 i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria adempiono all’obbligo di memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi esclusivamente tramite la memorizzazione elettronica e trasmissione dei dati relativi a tutti i corrispettivi giornalieri al Sistema Tessera Sanitaria.

  • ALTRE DISPOSIZIONI

Unificazione IMU-TASI. Dal 2020 è abolita l’imposta unica comunale (IUC), ad eccezione della tassa sui rifiuti (TARI). Viene abolito il Tributo per servizi indivisibili (TASI), mentre viene modificata l’imposta municipale propria (IMU). Rimangono invariate le date di scadenza: 16 giugno (acconto), 16 dicembre (saldo).

Modifiche dell’uso del contante. Dal 1° luglio 2020 il divieto di utilizzo del contante scende alla soglia di euro 2.000 rispetto il limite attuale di euro 3.000. Ulteriore diminuzione al tetto del contante si avrà dal 1° gennaio 2022 che scenderà alla cifra di euro 1.000.

Tracciabilità delle detrazioni fiscali. La detrazione IRPEF del 19% relativa agli oneri di cui all’art. 15 del TUIR è riconosciuta a condizione che la spesa sia sostenuta mediante sistemi di pagamento tracciabili.
È ammesso il pagamento in contanti SOLO per: l’acquisto di medicinali, dispositivi medici, prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate al SSN.
Alcuni esempi di oneri detraibili per i quali sarà necessario eseguire il pagamento in modalità tracciabile: spese sanitarie,  spese veterinarie, spese per intermediazione immobiliare, spese funebri, spese per l’istruzione, rette scuola materna e nido, erogazioni liberali, spese per l’assistenza personale nei casi di non autosufficienza, spese per l’attività sportiva dei ragazzi, canoni di locazione degli studenti universitari fuori sede, assicurazioni sulla vita e infortuni, abbonamenti trasporto pubblico…

Spese veterinarie. A partire dal 1° gennaio 2020 viene aumentato il limite ai fini delle detrazioni delle spese veterinarie da € 387,34 a € 500,00. Resta ferma la franchigia di € 129,11. Sono detraibili le spese veterinarie sostenute per gli animali legalmente detenuti a scopi di compagnia o pratica sportiva.