Luglio: riepilogo SCADENZE per i non titolari di partita iva

Luglio: riepilogo SCADENZE per i non titolari di partita iva
27 giugno 2018 Giovanna Zago

Luglio: riepilogo SCADENZE per i NON titolari di partita iva

02/07/2018 – RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI
Le persone fisiche che detengono alla data 1° gennaio 2018 partecipazioni o terreni non in esercizio d’impresa, così come le società semplici e enti non commerciali, possono fruire ella rideterminazione dei valori fiscali per tali beni osservando entro questo termine gli adempimenti necessari: la predisposizione della perizia di stima ed il versamento, anche in forma rateizzata in tre rate annuali, dell’imposta sostitutiva dell’8%. Scade anche il termine di versamento della seconda rata dell’imposta sostitutiva dovuta dai contribuenti che hanno fruito di questa agevolazione in riferimento alle partecipazioni e ai terreni posseduti dalla data del 1° gennaio 2017 e che hanno scelto di effettuare in forma rateizzata il versamento dell’imposta sostitutiva, e la terza e ultima rata in riferimento alle partecipazioni ai terreni posseduti alla data del 1° gennaio 2016.

02/07/2018 – LOCAZIONI: PAGAMENTO IMPOSTA DI REGISTRO
Escluso chi ha optato per il regime della cedolare secca.

02/07/2018 – IMU E TASI
Termine per la prestazione delle dichiarazioni IMU-TASI per le modifiche intervenute nel 2017.

02/07/2018 – SALDO E 1° ACCONTO IRPEF, IRAP E CONTRIBUTI
Versamento del saldo e 1° rata dell’acconto Irpef/Irap e contributi INPS da parte delle persone fisiche (titolari e non di Partita Iva).

I versamenti riferiti alle imposte sui redditi in scadenza al 02 luglio possono essere eseguiti in un’unica soluzione o rateizzati o possono essere effettuati entro il 20 agosto 2018 applicando la maggiorazione del 0,40%.

23/07/2018 – INVIO TELEMATICO MOD. 730/2018
Ultimo giorno utile  per l’invio del modello 730/2018. Per chi ancora non avesse provveduto a consegnare la documentazione consigliamo di passare entro il 6 luglio 2018.

31/07/2018 – “DICHIARAZIONE DI ADESIONE ALLA DEFINIZIONE AGEVOLATA”
I soggetti che hanno presentato la “dichiarazione di adesione alla definizione agevolata”- L. 172/2017 (“Rottamazione delle cartelle”), devono versare le somme dovute , comunicate all’agente della riscossione.

31/07/2018 – SCUDO FISCALE PER REDDITI DI SOGGETTI GIÀ ISCRITTI ALL’AIRE O FRONTALIERI
I contribuenti residenti in Italia, o loro eredi, in precedenza residenti all’estero, iscritti all’AIRE e i soggetti che hanno prestato attività di lavoro dipendente o di lavoro autonomo in via continuativa all’estero in zona di frontiera o in paesi limitrofi, possono regolarizzare attività e somme detenute all’estero, sanando così le violazioni relative all’omissione del quadro RW, trasmettendo entro questo termine specifica istanza ed effettuando successivamente il versamento del 3% del valore di tali attività e della giacenza al 31 dicembre 2016.