Operazioni intra Ue: in partenza 60mila lettere di esclusione dal Vies

Operazioni intra Ue: in partenza 60mila lettere di esclusione dal Vies
11 ottobre 2016 Giovanna Zago
ue-1200-x-600

Operazioni intra Ue: in partenza 60mila lettere di esclusione dal Vies

VIES (sistema per lo scambio di informazioni sull’IVA) è un motore di ricerca di cui la Commissione Europea è titolare, che consente agli operatori commerciali titolari di una partita IVA che effettuano operazioni intracomunitarie, di verificare la validità del numero di identificazione IVA dei loro clienti.

I soggetti che intendono effettuare operazioni intracomunitarie sono obbligati preventivamente a presentare domanda di iscrizione.
L’Agenzia delle Entrate informa tramite comunicato stampa dello scorso 3 ottobre,

che nei prossimi giorni saranno cancellati dall’archivio Vies circa 60 mila soggetti Iva che non hanno presentato elenchi riepilogativi a partire dal primo trimestre 2015 per quattro trimestri consecutivi.

Il ricevimento della comunicazione non comporta l’automatica cancellazione dalla banca dati VIES. Entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione il contribuente potrà rivolgersi all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente per fornire la documentazione che attesta le operazioni

intracomunitarie effettuate o adeguati elementi che dimostrino attività e scambi con i paesi europei in corso o da effettuare.

Anche nel caso in cui l’esclusione dalla banca dati VIES diventi effettiva è comunque possibile da parte del contribuente procedere con una nuova iscrizione all’elenco VIES.

Consigliamo a coloro che occasionalmente fanno acquisti o vendite intracomunitarie di verificare preventivamente se si risulta o meno iscritti al VIES, e di porre attenzione anche dell’iscizione del fornitore/cliente.