Modulo controllo assenze conducenti per imprese di autotrasporto

Modulo controllo assenze conducenti per imprese di autotrasporto
22 settembre 2016 Giovanna Zago
truck-955590_1920

Abrogate le sanzioni per le imprese di autotrasporto che non compilano o non conservano all’interno del camion il “modulo delle assenze del conducente”

Il Ministero dell’Interno ha emanato la circolare n. 5933 del 1/9/2016 con la quale abroga le sanzioni per le imprese di autotrasporto che non compilano o alterano o non conservano all’interno del camion il “modulo delle assenze del conducente”.
Il modulo, introdotto dall’art. 9 del D.Lgs 144/2008 per i conducenti che guidano mezzi soggetti al controllo dei tempi di guida e di riposo (cronotachigrafo), prevede la registrazione:
1) delle assenze per malattia/infortunio/ferie
2) della guida di un altro veicolo escluso dal campo di applicazione del

regolamento CE n.561/2006 da parte del conducente nel periodo di riferimento.

La novità dell’abolizione riguarda solo il documento “modulo delle assenze” ma non fa venir meno l’obbligo di registrazione delle attività condotte in assenza di un tachigrafo.
Di conseguenza tali assenze (malattia, infortunio, ferie, etc) dovranno essere annotate con registrazione manuale (retroattiva) il giorno in cui l’autista attiva il tachigrafo dopo il periodo nel quale è stato lontano dal veicolo.

Si riepilogano di seguito le novità per tipologia di trasporti:

TRASPORTI NAZIONALI:
Il “modulo delle assenze del conducente” non è più obbligatorio e l’inosservanza dei relativi adempimenti risulta ora non più sanzionabile. E’ possibile redigere il modulo ed esibirlo in caso di controlli in un’ ottica di
collaborazione per chiarire le eventuali assenze nell’arco dei 28 giorni.
TRASPORTI UE:
In attesa che tutti i Paesi si adeguino alla nuova normativa, è più che opportuno che il “modulo delle assenze del conducente” continui ad essere utilizzato.
TRASPORTI INTERNAZIONALI:
Il modulo risulta ancora obbligatorio