Obbligo conservazione del modello portatile A1

Obbligo conservazione del modello portatile A1
5 maggio 2017 Giovanna Zago

Obbligo di conservazione modello portatile A1 durante le trasferte in Francia

 

A partire dal 1° aprile 2017,  tutti i lavoratori (subordinati ed autonomi) che si recano in Francia nell’ambito di una prestazione transnazionale di servizi, hanno l’obbligo di conservazione del MODELLO PORTATILE A1.

Il documento che attesta la legislazione di sicurezza sociale applicabile, dovrà essere conservato, e prodotto in caso di controlli in loco, al pari degli altri documenti obbligatori richiesti dalla norma sul distacco transnazionale.

Qualora il modello portatile A1 non sia stato ancora ottenuto da parte del soggetto estero (datore di lavoro o lavoratore autonomo), al momento del controllo, le autorità ispettive accetteranno altresì la richiesta per il rilascio del modello, a patto che sia stata trasmessa all’Istituto competente prima dell’inizio della prestazione in Francia e che il modello rilasciato venga prodotto e consegnato in copia alle autorità ispettive entro due mesi dalla data del controllo stesso.

Consigliamo, nel caso di trasferte lavorative fuori dal territorio italiano, di verificare con la referente Michela Corazzin i vari adempimenti o documenti necessari per poter lavorare senza il rischio di incorrere in sanzioni.