Bonus cultura per i diciottenni

Bonus cultura per i diciottenni
20 settembre 2017 Giovanna Zago

Bonus “cultura” per diciottenni

Attiva la procedura anche per i ragazzi/e nati nel 1999

La Legge di Bilancio 2017  ha confermato il “Bonus Cultura” anche per i ragazzi/e che diventeranno maggiorenni nel 2017.

Avranno la possibilità di usufruire di € 500 per l’acquisto di “prodotti culturali” come ad esempio gli ingressi a teatro, cinema e spettacoli dal vivo, musei, mostre,  acquisti di libri etc….

Per i ragazzi del ’99 il bonus potrà essere usato anche per la frequentazione di corsi di musica, di teatro e di lingua straniera.

SOGGETTI BENEFICIARI

Il bonus, usufruibile tramite “carta elettronica” dal valore di 500€, è riservato ai ragazzi/e nati nel 1998 e 1999, residenti in Italia ed in possesso di regolare permesso di soggiorno. I maggiorenni dovranno richiedere la loro identità digitale (SPID) si dovranno registrare  sulla piattaforma dedicata www.18app.italia.it (sezione utenti).

I nati nel 1998 hanno presentato la domanda per il bonus entro il 30 giugno 2017 e possono spendere la somma di 500 euro entro il 31 dicembre 2017.

Per i nati nel 1999 la domanda va presentata entro il 30 giugno 2018 ed il bonus cultura dovrà essere speso entro il 31 dicembre 2018.

Il bonus potrà essere dedicato all’acquisto di:

  • biglietti di rappresentazioni teatrali, cinema e spettacoli dal vivo;
  • libri;
  • titoli di accesso a musei, mostre, eventi culturali, gallerie, parchi naturali e aree archeologiche;
  • (solo 1999) acquisto musica e corsi di lingua, musica e teatro.

Non potrà invece essere speso per l’acquisto di strumenti musicali, riviste, computer o altri dispositivi elettronici.

 

SOGGETTI DOVE UTILIZZARE LA CARTA

Le imprese, esercizi commerciali, gli istituti, i parchi naturali e tutte le strutture che svolgono attività culturali e di spettacolo  che desiderano aderire all’iniziativa, devono iscriversi entro il 30/06/2018 sulla piattaforma dedicata www.18app.italia.it (sezione esercenti).

Dovranno indicare i seguenti dati:

  • partita IVA;
  • codice ATECO;
  • denominazione e luoghi di esercizio dell’attività;
  • tipologia di beni/servizi;
  • dichiarazione che i buoni spesa saranno accettati esclusivamente per i predetti acquisti.

L’esercente, a seguito dell’accettazione del buono spesa al momento dell’acquisto, si vedrà riconoscere un credito di pari importo. Per ottenere l’incasso, dovrà emettere fattura elettronica  alla CONSAP che provvederà a liquidare gli importi.