Contributi alle PMI del settore manifatturierio e dell’artigianato di servizi

Contributi alle PMI del settore manifatturierio e dell’artigianato di servizi
13 giugno 2019 Giovanna Zago

Contributi alle PMI del settore manifatturierio e dell’artigianato di servizio.

La Regione Veneto ha approvato un bando del POR FESR 2014/2020 Asse 3 Azione 3.1.1 per interventi operati dalle PMI del settore manifatturiero e dell’artigianato di servizi: “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei
processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale”.

OBIETTIVI
Rilanciare la propensione agli investimenti del sistema produttivo delle PMI del sistema manifatturiero e dell’artigianato di servizi veneti; sostenere la creazione e l’ampliamento di capacità avanzate per lo sviluppo di prodotti e servizi.

BENEFICIARI
Le Piccole e Medie Imprese (PMI) del settore manufatturiero e dell’artigianato di servizi, costituite da più di 12 mesi antecedenti all’apertura del bando e con un’unità operativa interessata all’investimento in Veneto.

TIPO DI AGEVOLAZIONE
L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto ed è concessa:
– nel limite massimo di euro 150.000,00 (centocinquantamila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000,00;
– nel limite minimo di euro 18.000,00 (diciottomila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a euro 60.000,00.

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili i progetti volti a introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale anche attraverso lo sviluppo di business digitali.

Sono ammissibili le spese (sostenute e pagate interamente dal beneficiario tra il 9 luglio 2019 e il 4 maggio 2021) relative all’acquisto, o all’acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di beni tangibili, di beni intangibili e per il sostegno all’accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale rientranti nelle seguenti voci:

a) macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale nuovi di fabbrica.
b) programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, brevetti e knowhow concernenti nuove tecnologie di prodotti, processi produttivi…
Il complesso di tali spese è ammesso nel limite massimo del 50% delle spese di cui alla lettera a) ed entro il limite massimo di euro 100.000,00 (centomila/00);
c) consulenze specialistiche relativamente a:
– servizi a supporto di logistica, marketing, contrattualistica, pagamenti, gestione interna/esterna, degli acquisti e rapporti fornitori…
– implementazione di percorsi di eco-innovazione e percorsi di eco-design, limitatamente alle

analisi dei prodotti, dei processi e dei servizi offerti dal punto di vista delle caratteristiche ambientali (esempio: Valutazione del ciclo di vita – LCA)…
– servizi di consulenza tecnologica, manageriale e strategica mirati(esempio: Temporary Manager e/o del Manager di rete)…
Le spese per consulenze specialistiche sono ammesse nel limite massimo del 20% delle spese di cui alla lettera a); è ammissibile una sola consulenza per tipologia e la relativa spesa è ammessa entro il limite massimo di euro 5.000,00 (cinquemila/00), con esclusione di eventuali tasse, imposte e spese anticipate.

TERMINI
La domanda può essere presentata nelle seguenti modalità:
• Sportello A “Industria 4.0” – Interventi che prevedono spese ammissibili per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”.  Periodo: dalle ore 10.00 di martedì 9 luglio 2019 fino alle ore 17.00 di martedì 16 luglio 2019.
• Sportello B – Interventi residuali, non riferiti  alla fabbricazione digitale. Periodo: dalle ore 10.00 di giovedì 18 luglio 2019 fino alle ore 17.00 di giovedì 25 luglio 2019.

Indichiamo di seguito il link utile con le informazioni dettagliate del BANDO

Per qualsiasi informazione e per assistenza in merito alle pratiche di accesso al bando, contatta la referente di Cna Asolo Pia Andreatta.